Notice
USA Tour 2012: news e riflessioni da Houston! (SPOILER) Stampa
Mercoledì 22 Agosto 2012 10:49 Cristiano Canali   


( 11 Voti )

Il 18 agosto si è tenuto a Houston, Texas, l'ultimo show del Maiden England North American Tour 2012. Tantissimi fan italiani hanno invidiato non poco i numerosi 'colleghi' americani che, quest'anno, hanno avuto il privilegio di assistere ad uno degli spettacoli più adrenalinici di sempre della Vergine di Ferro. Molti hanno ingannato l'attesa scandagliando YouTube in cerca di filmati (possibilmente HD) dei brani più attesi, cioè quelli non eseguiti dal vivo per tanti anni. Alcuni fortunati però, senza aspettare il 2013, hanno avuto il privilegio di essere in prima persona negli USA a godersi le emozioni che solo uno show maideniano riesce a dare. Abbiamo ricevuto via e-mail alcuni commenti particolarmente interessanti, che aumentano a dismisura la voglia di rivedere nuovamente i sei inglesi scatenarsi dal vivo per noi. Li riportiamo di seguito, leggermente riadattati per questa sede:

"Grandi Maiden! La venue era molto bella. Dal pit il concerto è particolarmente emozionante. LO SHOW È MOLTO BELLO, per i dettagli direi forse il più curato insieme al Death On The Road. Tantissimi fuochi, sia fiammate sia fuochi d'artificio veri e propri. Molto bella l'apparizione del conte Michael Kenney (tastierista e tecnico di basso di Steve Harris, NdA) durante 'Seventh Son Of A Seventh Son'. Molto bella anche 'Afraid To Shoot Strangers', rifatta con alcune variazioni da Bruce. I Maiden li ho visti tutti davvero bene. Invecchiano, ma stasera erano pimpantissimi. Bruce e Steve erano fradici e dalla settima/ottava canzone in poi colavano sudore dal fondo dei pantaloni. Mi sono sembrati ancora più in palla di Londra O2 2011. La scenografia è bella, molto azzurra, ma risalta alla grande grazie agli sfondi (che hanno lucine/tinte fluo) e ai fuochi. Mi ha colpito molto la cura che Bruce ha dedicato ai costumi, ne cambia almeno cinque. Durante alcuni brani corrono sugli schermi dei video molto validi (per 'Aces High', il solito degli aerei). Ho visto tutti veramente in forma.
Dalle retrovie vi posso dire che:

- È confermato il tour europeo nell'estate 2013

- I Maiden stanno già scrivendo i pezzi del nuovo album

Bruce non ha detto 'Ci vediamo il prossimo anno' o cose del genere, è stato meno celebrativo rispetto ai nostri show europei".

Ormai è quindi certo che i Maiden calcheranno i palchi europei nell'estate 2013 e giungeranno da noi prevedibilmente nel contesto di qualche festival (molti, tra cui il sottoscritto, hanno sperato fino all'ultimo in qualche show primaverile nei palazzetti, ma quell'epoca sembra davvero terminata, almeno in Italia, nel 2006). È anche emersa, inaspettatamente, la notizia della scrittura di materiale inedito, una pratica piuttosto inusuale per la band, da sempre abituata a gestire separatamente ogni fase del suo lavoro. In attesa di nuove notizie, riprendiamo il conto alla rovescia: la prossima tappa da raggiungere è nientemeno che il primo album solista di Steve Harris! Up The Irons!


La redazione di Eddie's