Social

Sponsored Links

Banner
Notice
News
Un pizzico di scienza PDF Stampa E-mail
Sabato 04 Settembre 2021 14:19 MaZZo   
MAPPING MAIDEN XAWH

[IT]
Abbiamo già pubblicato una nostra prima recensione di “Senjutsu”, ma abbiamo voluto spingerci un po’ oltre. Abbiamo chiamato in causa un po’ di Scienza, consapevoli che la musica sia innanzitutto emozione, trasporto e passione. Abbiamo già letto di tutto e il contrario di tutto su ‘The Writing On The Wall’ e ‘Stratego’ prima, sugli altri brani del disco poi. Abbiamo visto strillare al miracolo e alla vergogna nello spazio di pochi like e pochi secondi. Insomma, abbiamo chiamato in causa la Scienza dicevamo… Abbiamo scavato tra i nostri libri di Acustica e abbiamo voluto impegnare per qualche ora i nostri computer. Sono stati messi a dura prova, ma alla fine si sono voluti piegare al nostro volere. Volevamo capire come si incastonava “Senjutsu” nella discografia degli Iron Maiden. Se, come qualcuno ha detto, si stagliasse come il più distintivo dei dischi dei Maiden, o se, come la maggior parte ha scritto, viva nella scia degli album post-reunion. Il grafico che vedete in questo post è una nostra creazione. Alle righe più chiare corrisponde una maggiore similarità acustica tra un album e un altro (il suono delle loro canzoni è più simile nella media), mentre dove i colori sono più scuri e le linee più sottili, i pezzi di quell’album, si assomigliano mediamente di meno. Coloro che sostengono come “Senjutsu” sia musicalmente nella scia degli album che la band ha sfornato nel nuovo millennio parrebbero aver ragione, o almeno, questa analisi consolida la loro ipotesi. Non è l’unica evidenza che emerge dalla nostra ‘trovata’, “Powerslave”, “Somewhere in Time” e “No Prayer For The Dying” mostrano livelli di similarità alti, così come accade per “The X Factor” e “Virtual XI”, e per “Killers” e “The Number Of The Beast”. È altrettanto interessante notare come “Iron Maiden” e “Seventh Son…” siano gli episodi più periferici, quelli cioè che risultano caratterizzati dai brani più distintivi.

[EN]
We have already published our first review of 'Senjutsu', but we wanted to go a little further. We called in some Science, aware that music is first and foremost emotion, transport and passion. We have already read everything and the opposite of everything about 'The Writing On The Wall' and 'Stratego' first, and then about the other tracks on the album. We've seen people screaming about miracles and shame in the space of a few likes and a few seconds. In short, we have called upon Science, we said... We have dug into our Acoustics books, and we wanted to put our computers to the test for a few hours. In the end, they bent to our will. We wanted to see how "Senjutsu" fit into the Iron Maiden discography. Whether, as some have said, it stood out as the most distinctive of Maiden albums, or whether, as most have written, it lives on in the wake of the post-reunion albums. The graph you see in this post is our own creation. The lighter lines correspond to a greater acoustic similarity between one album and another (the sound of their songs is more similar on average), while the colours are darker. The lines are thinner, the songs from that album, on average, are less similar. Those who argue that 'Senjutsu' is musically in the vein of the albums the band has churned out in the new millennium would seem to be right, or at least, this analysis consolidates their hypothesis. This is not the only evidence that emerges from our work, "Powerslave", "Somewhere in Time" and "No Prayer For The Dying" show high levels of similarity, as do "The X Factor" and "Virtual XI", and "Killers" and "The Number Of The Beast". It is also interesting to note that "Iron Maiden" and "Seventh Son..." are the episodes with the most distinctive tracks.

La Redazione di Eddie’s

 
Gli Iron Maiden pubblicano il nuovo album in studio "Senjutsu" venerdì 3 settembre PDF Stampa E-mail
Giovedì 02 Settembre 2021 19:09 MaZZo   
senjutsu cover

Gli Iron Maiden prendono ispirazione dall’Est per il loro diciassettesimo album in studio dal titolo “Senjutsu” in uscita venerdì 3 settembre

Il nuovo doppio album vede la band mantenere intatta la sua vena creativa e un Eddie Samurai scatenato dopo il debutto nel video.

Parlophone Records è orgogliosa di pubblicare il diciassettesimo album in studio degli Iron Maiden dal titolo “Senjutsu”, il primo in sei anni, domani venerdì 3 settembre. L’album è stato registrato a Parigi con il produttore di lunga data Kevin Shirley e co-prodotto da Steve Harris.

Il nuovo album è stato anticipato giovedì 15 luglio da un video del primo singolo dal titolo ‘The Writing On The Wall’ prodotto dalla BlinkInk basato su un concept di Bruce Dickinson con due ex dirigenti della Pixar. Il nuovo brano è arrivato dopo una campagna teaser di un mese e una "caccia al tesoro" globale con indizi sul titolo e sul concept della traccia.

Per Senjutsu, che può essere genericamente tradotto come “Tattica e strategia”, la band si avvale ancora una volta del supporto di Mark Wilkinson per creare lo spettacolare artwork della cover a tema Samurai, basata su un’idea di Steve Harris. Con una durata di poco meno di 82 minuti, Senjutsu, come il precedente album “The Book of Souls”, uscirà in formato doppio CD e triplo LP.

Steve dice “Abbiamo scelto di registrare di nuovo al Guillaume Tell Studio in Francia perché il posto ha un'atmosfera così rilassata. Il setup li è perfetto per le nostre esigenze; l'edificio è stato un cinema e ha un soffitto molto alto, quindi c'è un’ottima acustica. Abbiamo registrato questo album nello stesso modo di “The Book Of Souls”: scrivevamo una canzone, la provavamo e poi la mettevamo insieme quando era tutto chiaro nelle nostre menti. In questo album ci sono alcuni brani molto complessi che hanno richiesto molto duro lavoro per farli risultare esattamente come volevamo che fossero, quindi il processo è stato a volte molto impegnativo, ma Kevin è bravo a catturare l'essenza della band e penso che ne sia valsa la pena! Sono molto orgoglioso del risultato e non vedo l'ora che i fan lo ascoltino.

Bruce Dickinson dice “Siamo tutti molto contenti dell’album. Lo abbiamo registrato nei primi mesi del 2019 durante una pausa dal “Legacy tour” così abbiamo potuto massimizzare il nostro tour ed avere ancora un lungo periodo di set up prima dell'uscita per preparare una fantastica copertina dell'album e qualcosa di speciale come video. Ovviamente la pandemia ha ritardato di più le cose. I brani sono molto vari e alcuni sono piuttosto lunghi. Ce ne sono uno o due che suonano in modo piuttosto diverso dal nostro solito stile, penso che i fan dei Maiden saranno sorpresi - in senso buono, spero! “

Tracklist:

1. Senjutsu (8:20) Smith/Harris

2. Stratego (4:59) Gers/Harris

3. The Writing On The Wall (6:13) Smith/Dickinson

4. Lost In A Lost World (9:31) Harris

5. Days Of Future Past (4:03) Smith/Dickinson

6. The Time Machine (7:09) Gers/Harris

7. Darkest Hour (7:20) Smith/Dickinson

8. Death Of The Celts (10:20) Harris

9. The Parchment (12:39) Harris

10. Hell On Earth (11:19) Harris

Senjutsu uscirà nei seguenti formati:

Standard 2CD Digipak
Deluxe 2CD Book Format
Deluxe heavyweight 180G Triple Black Vinyl
Special Edition Triple Silver And Black Marble Vinyl (Selected Retailers)
Special Edition Triple Red and Black Marble Vinyl (Selected Retailers)
Super Deluxe Boxset featuring CD, Blu Ray and Exclusive Memorabilia
Digital album [streaming e download]

La band sarà live in Italia il 7 luglio 2022 al Sonique Park di Bologna per un unico ed imperdibile show

 
La nostra recensione di Senjutsu al primo ascolto PDF Stampa E-mail
Giovedì 02 Settembre 2021 06:29 MaZZo   
senjutsu cover

Dire che stessimo attendendo trepidantemente questo disco è eufemistico. Il diciassettesimo album degli Iron Maiden è un disco sulla cui uscita molti non avrebbero scommesso fino a un triennio fa. E invece eccolo con noi. Innanzitutto, molti noteranno come l’ascolto dell’album per intero regala molte più emozioni di quanto sia accaduto per i brani che lo hanno preceduto. Singolarmente ‘The Writing On The Wall’ e ‘Stratego’ sono subito sembrati pezzi molto validi, ma ascoltati in “Senjutsu” assumono un sapore diverso.

“Senjutsu” si apre con un epic corposo e robusto che da’ il titolo al disco e ci fotografa bene come gli Iron Maiden, nel pieno della loro quinta decade, non abbiamo ancora abbandono la voglia di fare qualcosa di nuovo. Per molti aspetti, strutturalmente, il brano segue sentieri già galoppati in passato, ma la voce di Bruce che si muove su livelli diversi dal solito, intessendo una trama tanto interessante quanto intricata. Choccante la serie di passaggi in cui la voce di Bruce si fa molto acuta e lontana. A seguire ‘Stratego’, un brano che include nuovamente elementi caratteristici dei nostri con un soffio di novità. Il brano è già osannato da molti e sicuramente rappresenta uno dei passaggi più semplici del disco. ‘The Writing On The Wall’ integra componenti che abbiamo già apprezzato in “The Books Of Souls” e “The Final Frontier” con uno spirito che ricorda per alcuni aspetti influenze prog e blues. ‘Lost In A Lost World’ evoca inizialmente atmosfere lontane dai Maiden degli esordi. A nostro modo di vedere è uno dei brani meno riusciti del disco, ma basiamo la nostra review su di un unico ascolto, quindi la nostra idea potrebbe cambiare radicalmente quando avremo l’album tra le mani. Days Of Future Past è un altro brano pennato dalla coppia Smith – Dickinson. Un brano che ha un ritornello orecchiabile e che si fa apprezzare. Belli gli assoli, che ci hanno ricordato vagamente alcuni passaggi di “Dance Of Death”. The Time Machine vede la collaborazione di Janick Gers e Steve Harris. Ci sono certamente alcuni passaggi che paiono insoliti per i Maiden, ma anche l’elemento galoppante che li ha resi famosi e che tanto ci coinvolge in tutti gli show della band. Richiama certamente alla mente alcune cose di “The Books Of Souls”. Mostra anche parecchi cambi di tempo e assoli mozzafiato che accontenteranno coloro che hanno amato i dischi più recenti della band. Darkest Hour vede la coppia Smith – Dickinson spingersi in una composizione che supera i 7 minuti. Ci ha ricordato alcune linee vocali di ‘Wasting Love’ e rappresenta uno dei brani più interessanti del disco a nostro parere. Ce lo immaginiamo suonato in un grande show di un’estate in cui il COVID-19 sia dimenticato, magari a Trieste. Il duellare delle chitarre è maestoso e gradevolissimo. Bruce sugli scudi ed effetti in entrata e uscita dal pezzo. Poi veniamo alla triade firmata da Steve in solitaria. 33 minuti di Steve che ci presentano molto di quanto il bassista britannico ami addì 2021 (o meglio 2018/9). ‘Death Of The Celts’, il più corto dei tre brani conclusivi, parte con il solito inizio lento e si dipana in un modo che ricorda un po’ ‘The Clansman’. L’atmosferica celtica in qualche modo emerge, così come emerge la voglia di lasciar spazio abbondante agli assoli di Dave, Janick e Adrian. ‘The Parchment’ imbocca presto una melodia che non lascia scampo e ci ha ricordato per alcuni passaggi ‘When the Wild Wind Blows’. Il tessuto sonoro risulta ossessivo e ruba l’attenzione dell’ascoltatore nell’attesa e nell’incertezza di ciò che avverrà dopo qualche istante. Un brano azzeccato per molti aspetti che non risente della sua lunghezza, ma che di certo non piacerà a coloro che non hanno mai smesso di inneggiare a “‘The Trooper’ o morte”. Grande la prova di Bruce, variegata e vincente. ‘Hell On Earth’ inizia lentamente e in modo arioso, ma facendo pensare nuovamente ai passaggi che hanno contraddistinto “The Books Of Souls” e “The Final Frontier”, ma intervalla passaggi insoliti per gli Iron Maiden con melodie vocali interessantissime.

“Senjutsu” è quanto mai un’esperienza da vivere tutto d’un fiato, per rendersi conto di ciò che sono gli Iron Maiden nel 2021 e per leggere la loro evoluzione dal 1980 a oggi. Gli Iron Maiden sono ancora i signori del Metal? A voi l’ardua sentenza, ma per noi la risposta è “Decisamente sì!”.

 
“Senjutsu” a “2 Minutes to Midnight” PDF Stampa E-mail
Lunedì 30 Agosto 2021 19:56 MaZZo   
senjutsu2  

Qualcosa succederà a 2 MINUTES TO MIDNIGHT del 3 settembre. L'uscita di "Senjutsu" scuoterà il nostro paese come accade solo nelle grandi occasioni.

Vai in questi negozi dalle 23:58 del 2 settembre e acquista per primo l’album “"Senjutsu" degli Iron Maiden, ci sarà per te un gadget speciale in esclusiva. Il gadget ti verrà consegnato successivamente all’acquisto dell’album c/o il punto vendita, fino ad esaurimento scorte.


Alta Fedelta' Di Gadda Riccardo , Vian Veneziani 53, Ferrara (Fe) CAP 44124.
Dischi Volanti, Via Fama 7, Verona (Vr) CAP 37121.
Dischinpiazza, Piazza Mazzini 35, Modena (Mo) CAP 41125.
Pinto Srl Unipersonale, Via Montello 59, Brescia (Bs) CAP 25100.
Exit Music Snc Di A.G. & C., Via Tapparelli 43, Savigliano (Cn) CAP 12038.
Angolo Della Musica Srl, Via Aquileia 89, Udine (Ud) CAP 33100.
Blackstar S.N.C. Di Costamagna D, Piazza Unità Nazionale N. 1, Imperia (Im) CAP 18100.
Muzak Dischi Snc Di C.C. E B.E., Corso Nizza 27, Cuneo (Cn) CAP 12100.
Indie.It Recordshop, Via Inferiore 31, Treviso (Tv) CAP 31100.
Semm Music Store & More , Via Oberdan 24/F, Bologna (Bo) CAP 40126.
Sky Stone And Songs Sas, Pzza Napoleone 21-22, Lucca (Lu) CAP 55100.
Cory Music Vieri N. & C., Cso Italia 89, Arezzo (Ar) CAP 52100.
Symphony Di Palomba Fabrizio, Piazza Cavour 23, Livorno (Li) CAP 57126.
Disco Shop Di C.F.L.T.& C. Snc, Largo Campidoglio 30, Poggibonsi (Si) CAP 53036.
Maistrello Musica Di M. P., Via Delle Orchidee 6, Rieti (Ri) CAP 02100.
Firefly Snc Di Laguardia E Figli, Vico D. Asselta 5/7, Potenza (Pz) CAP 85100.
Centro Musica C.V.& C.Sas, C.So Vitt.Emanuele 165, Bari (Ba) CAP 70122.
Disco Market Di Monica Menza, P.Zza Stesicoro 37, Catania (Ct) CAP 95100.
Disclan Di E. Maysse, Via Roma 32, Salerno (Sa) CAP 84121.
Disc Jockey 70 Cremona, Via Bordigallo 1, Cremona (Cr) CAP 26100.
Disc Jockey 70 Fidenza, Via Gramsci 24, Fidenza (Pr) CAP 43036.
Palio Di Morino Elio E Minola, Via Italia 10, Biella (Bi) CAP 13900.
Sound Garden Sas, Corso Vittorio Emanuele 110, L'aquila (Aq) CAP 67100.
Bergamo Musica Snc, Via Nazionale 34, Seriate (Bg) CAP 24068.
Freak Music Snc, Via Xx Settembre 17, Crema (Cr) CAP 26013.
Discoclub65 S.R.L., Via San Vincenzo 20r-28r, Genova (Ge) CAP 16121.
Casa Musicale Raffaello Niccoli Di Antonella Niccoli & C. Sas, Via Dei Tintori Nr. 20, Prato (Po) CAP 59100.


La Redazione di Eddie’s

 
Maglietta + Vinile di Senjutsu, l’offerta in esclusiva per i clienti di Discoteca Laziale PDF Stampa E-mail
Lunedì 30 Agosto 2021 19:55 MaZZo   
discotecalaziale

Si sta ormai facendo spazio sugli scaffali dei migliori negozi di dischi di tutto il mondo per accogliere le copie del diciassettesimo album in studio degli Iron Maiden, Senjutsu. Gli amici di Discoteca Laziale hanno intenzione di tenerli impegnati per poco tempo perchè, in esclusiva, offrono agli acquirenti del vinile di Senjutsu una maglietta, ovviamente nuova fiammante degli Iron Maiden. Siamo certi che molti siano già per strada! L’offerta è valida fino ad esaurimento delle scorte disponibili.

La Redazione di Eddie's

 
2 Minutes To Midnight! PDF Stampa E-mail
Lunedì 30 Agosto 2021 19:46 MaZZo   
 
SRATEGO PDF Stampa E-mail
Giovedì 19 Agosto 2021 09:14 MaZZo   
stratego

Oggi è prevista l'uscita del secondo singolo: "Stratego" dal nuovo album Senjutsu che sarà pubblicato a settembre.

Il nuovo singolo sarà disponibile sui principali siti di streaming (Spotify, Apple, ecc.) a partire dalle 19.00 ora italiana.

Buon ascolto!!!

 
THE WRITING ON THE WALL - SFX Version PDF Stampa E-mail
Mercoledì 18 Agosto 2021 07:28 MaZZo   
 
Senjutsu - In The Studio II PDF Stampa E-mail
Mercoledì 18 Agosto 2021 07:26 MaZZo   
 
Senjutsu - In The Studio PDF Stampa E-mail
Giovedì 12 Agosto 2021 04:57 MaZZo   
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 4 di 77